facebook-ftwitterinstagramtelegram-planepinterest-p

7 giorni di smartphone detox: abbassa il telefono e alza lo sguardo

Qualche giorno fa vi ho parlato della mia situazione di stress e analizzandola con cura sono giunta alla conseguenza che il mio Iphone ne era in parte colpevole. Per chi fa il mio lavoro (ma non solo) essere online è fondamentale: bisogna essere attivi su tutti i social, aggiornare in modo costante ogni nostro profilo, è necessario fotografare ogni costa che stiamo facendo. Dopo quei giorni di forte stress e il necessario allontanamento da tutto mi sono chiesta perché. È davvero necessario così tanto o la cara e vecchia filosofia di “un po’ meno” può tornare utile? Ho deciso di seguire una detox dal cellulare per ritrovare serenità e ha funzionato.

RIMPIANGO LA LENTEZZA

Fino a qualche anno fa c’era l’ebrezza dell’attesa: attendevamo di scattare le foto e poi dovevamo vedere gli amici per raccontargli del nostro viaggio.  Nessuno avrebbe mai fotografato una pizza e per scoprire i nuovi posti c’era il caro e vecchio passaparola.

Non fraintendetemi, il web mi dà da mangiare e non voglio certo dipingerlo come il demonio ma a volte si tende davvero ad esagerare, ad esporre anche troppo e a non capire che è necessario tenere qualcosa solo per noi così da farlo diventare ancora più prezioso.

LA PRIMA COSA CHE FACCIO AL MATTINO? CONTROLLARE LE NOTIFICHE

Apro gli occhi e ancora assonnata senza nemmeno alzarmi dal letto controllo le notifiche: parto dalle app di messaggistica vedendo se i miei amici o i miei familiari mi hanno cercato, poi passo al setaccio i social. I vari messaggi privati, gli aggiornamenti. E così ho perso già una mezz’ora online, senza nemmeno essermi alzata dal letto e aver preso il caffè.

Non ricordo una cena in cui io non abbia toccato il cellulare o i miei amici non lo abbiano fatto, non ricordo un film visto per intero senza dirlo su facebook o senza controllare gli ultimi aggiornamenti… come se in quelle due ore potessi perdere qualcosa di davvero urgente.

Gli psicologi hanno valutato questa nuova dipendenza che risponde al nome di telefonino-dipendenza o cellulare-addiction perché a quanto pare si arriva ad isolarsi dal mondo e a vivere in funzione delle notifiche che produrrà il dispositivo elettronico. Tra i sintomi ci sono il controllare in breve tempo il telefono, svegliarsi e controllare come prima cosa le notifiche, utilizzare app di messaggistica per conversare con chi è a pochi metri da te.

7 GIORNI PER DISINTOSSICARSI DALLO SMARTPHONE

Così ho trovato su internet una digital detox di una settimana che ho alleggerito e personalizzato anche in base alle mie esigenze di lavoro, l’ho fatta e mi sono sentita meglio: da quel momento tento di seguire ciò che ho imparato in questi sette giorni.

  • LUNEDI – controllo delle app che ho installato. Seleziono quelle che utilizzo di più e disattivo le notifiche da quelle non fondamentali durante la giornata. (personalmente ho lasciato attivo whatsapp e telegram che utilizzo per comunicare mentre ho disattivato le notifiche dei social e di altre applicazioni di acquisti online)
  • MARTEDI – evitare di guardare il telefono appena sveglia o come ultima cosa prima di dormire
  • MERCOLEDI – cercare di non controllare continuamente il telefono mentre siamo sui mezzi pubblici, sforzarsi di guardare cosa ci succede intorno
  • GIOVEDI – non portare una powerbank, questo ci aiuterà ad utilizzare in modo più moderato il telefono durante la giornata per arrivare a sera ancora con batteria
  • VENERDI – uscire a cena e non portare il cellulare o almeno evitare di utilizzarlo durante la cena
  • SABATO – foto sì ma sui social ne condividiamo solo una selezionata e in un secondo momento
  • DOMENICA – non aprire i social fino a sera

DIGITAL DETOX: A QUALI APP HO DISATTIVATO

Le app che più mi creano dipendenza sono i social, per chi come me li utilizza per lavoro disinstallarle è impossibile ma una soluzione c’è: ho scelto di disattivare le notifiche, guardo ad intervalli prestabiliti l’applicazione, non si tratta di un lavoro salvavita quindi le mie risposte possono tranquillamente aspettare così come il controllo dei like.

Inoltre un altro consiglio che voglio darvi non è quello di non scattare foto della vostra giornata ma di selezionarne solo una e postarla in differita, non mentre ci stiamo godendo il momento di svago (che sia una cena, una mostra, una vacanza)

COSA HO IMPARATO DALLA DIGITAL DETOX

Questa settimana è stata davvero dura ma mi ha insegnato che posso vivere senza controllare in modo compulsivo notifiche e telefono. Di cosa ho fatto tesoro? Ho lasciato disattivate le notifiche di facebook e instagram mentre non sono riuscita a rinunciare a quelle di telegram e whatsapp.

Mentre sono a cena evito di controllare il telefono e preferisco parlare con le persone a tavola con me, se sono in viaggio o ad una mostra scatto qualche foto ma la condivido solo in un secondo momento mentre preferisco confrontarmi con chi mi sta dedicando fisicamente il suo tempo.

Di
Tags: