facebooktwitterinstagramtelegram-planepinterest

Non si è mai troppo grandi per le bolle di sapone o per il bacio della buonanotte

Siamo la generazione che usa le scale mobili per correre più veloce. Siamo quelli che scalpitano se qualcuno ci rallenta il passo. Passiamo la giornata di corsa tra un impegno e l’altro e questo stress emotivo si ripercuote anche nel nostro tempo libero.  A Milano la gente ha sempre il passo svelto e non si guarda mai attorno, anche se sta facendo shopping o mangiando un gelato, lo sguardo è rivolto sempre allo smartphone.

Qualche tempo fa ho letto un articolo in cui si diceva che “le donne aMilano vestono sempre di nero”, il giornalista proseguiva poi dicendo che noi al nord siamo in tinta con il tempo grigio e uggioso. Ho chiuso la rivista stizzita ma guardandomi intorno ho capito che aveva ragione. Ho reagito nell’unico modo razionale possibile: ho comprato due cappotti colorati.

In metropolitana la gente si alza con una fermata d’anticipo solo per poter procedere più velocemente e quando dico che ho preso il tram per poter godermi la giornata di sole sui navigli nonostante ci abbia messo venti minuti in più vengo guardata come se fossi un’aliena.

Stando a contatto con tutti questi “Milanesi Imbruttiti” la mia parte razionale è entrata in conflitto con la me sbadata, ho cercato di reggere i ritmi, di rispettare scrupolosamente tutte le scadenze e di utilizzare il weekend solo per continuare ciò che non avevo terminato in settimana.

Il  mio corpo stava lanciando messaggi chiarissimi che volevo ignorare: attacchi di panico, ansia, insonnia, incubi. Avevo bisogno di fermarmi ma quando lo ammettevo il lato razionale giudicava chiaramente questo atteggiamento come irresponsabile.

Dopo l’ennesima notte insonne ho capito. “fermati e respira”: quando lo dice il corpo bisogna ascoltarlo. Così ho abbandonato la razionalità, ho disattivato le notifiche e ho chiuso l’agenda per 24 ore.

Alle 9 del mattino ero in spiaggia a fare bolle di sapone.

Non si è mai troppo grandi per le bolle di sapone o per il bacio della buonanotte.   

Di
Tags: , ,