facebook-ftwitterinstagramtelegram-planepinterest-p

Mal di stomaco da stress in viaggio, perché succede? qualche rimedio fai da te quando sei fuori casa

Si avvicina il periodo più atteso dagli italiani, quello delle vacanze estive e se da una parte siamo presi dall’euforia della partenza, dall’altra ci ritroviamo a combattere con ansia e stress. Studi e statistiche recenti hanno dimostrato che l’ansia e lo stress sono fenomeni in crescita e sempre più persone confessano di soffrire anche di veri e propri attacchi di panico non riuscendo a gestire la situazione.

Il più delle volte questo fenomeno si manifesta causandoci dolori. Tra i più comuni troviamo il mal di stomaco da stress in viaggio. Perché succede? Ci sono rimedi? Oggi con questo post voglio svelarvi alcuni rimedi fai da te per combattere questo antipatico compagno di vacanze.

MAL DI STOMACO DA STRESS IN VIAGGIO: Perché succede?

Organizzare un viaggio e partire sembra essere uno delle cause di stress più grandi accusate dagli italiani, pare infatti che una persona su due cerchi rimedi per combattere lo stress poiché il periodo che più dovrebbe farci rilassare in realtà diventa causa di stanchezza.

I migliori specialisti parlano di “mania di controllo”: tabelle di marcia serratissime, nessun momento libero o lasciato al caso ci rendono non solo nervosi per l’imprevisto sempre dietro l’angolo ma anche molto stanchi per orari da rispettare come se fossimo ancora in ufficio.

Un altro forte fattore di stress è il tempismo: lasciare tutto all’ultimo momento può causare agitazione, preparate una lista anticipata con ciò che servirà per partire e prendete gli appuntamenti necessari per tempo (estetista, parrucchiera, medico per eventuali vaccini).

Tra i sintomi più comuni legati alle vacanze troviamo proprio il mal di stomaco che risulta segnalato da tantissimi viaggiatori che non riescono a tenerlo a bada.

MAL DI STOMACO DA STRESS: RIMEDI FAI DA TE

I medici definiscono “dispesia funzionale” i dolori allo stomaco non riconducibili a patologie, spesso legata a momenti di ansia o stress arriva a farci avvertire tra i sintomi crampi, bruciori e dolore intenso nella parte alta dell’addome manifestandosi all’improvviso e intensificandosi qualora non si trovi rapidamente una soluzione.

Se ovviamente il rimedio primario resta quello di recarsi da un medico o in farmacia è altrettanto vero che sono reperibili facilmente dei rimedi naturali e omeopatici fai da te che possono attenuare e aiutarci a risolvere il fastidio.

Tra i rimedi più comuni che possiamo consigliarvi c’è quello di bere una bevanda calda: dalle più classiche tisane alla camomilla fino al più semplice bicchiere d’acqua tiepido, se possibile accompagnato da una borsa dell’acqua calda da applicare vicino allo stomaco, la temperatura infatti aiuta a rilasciare i muscoli in tensione favorendo quindi la guarigione.

Fondamentale come sempre l’alimentazione bilanciata, per i più golosi è importante ridurre cibi fritti o particolarmente speziati e piccanti almeno nei giorni pre-partenza preferendo invece cibi come lo yogurt in grado di attenuare il senso di gonfiore.

Nella mia borsa non manca mai una tisana allo zenzero, porto con me una bustina poiché questo prodotto aiuta a combattere non solo il bruciore di stomaco ma anche il senso di nausea. Infine vi consiglio quando possibile di praticare un massaggio con olio caldo (vi basterà scaldare poche gocce tra le mani) favorendo il rilassamento, questi rimedi sono tutti ottimi per alleviare la tensione e quindi il senso di dolore.

STRESS IN VIAGGIO: COME COMBATTERLO

Abbiamo faticato tutto l’anno e quindi ci meritiamo l’agognato relax e una vacanza perfetta ma la mania di avere tutto sotto controllo spesso ci porta ad avere una sensazione di frustrazione e insoddisfazione. Tra i migliori consigli pre-partenza che voglio darvi ci sono quelli che utilizzo anche io:

  • Non idealizzate troppo le vacanze – non progettate tutto nel dettaglio prevedendo ogni minimo spostamento poiché le situazioni meteo potrebbero mandare a monte i vostri piani. Cerco di partire organizzata con alternative, posti che non voglio assolutamente perdere e poi mi lascio conquistare dal luogo affrontando il viaggio con un po’ di sano spirito d’avventura
  • Attenzione all’holiday blue – il termine “blue” sappiamo essere associato ad un momento di sconforto, frustrazione e insoddisfazione. In modo particolare mi sto riferendo a quella che viene chiamata anche “sindrome da rientro” che può essere combattuta facilmente sviluppando consapevolezza e non rientrando a ridosso del giorno di lavoro prendendosi del tempo necessario per ritornare gradualmente ai propri ritmi
  • Anticipate i preparativi quando possibile – se tra le mie paure c’è quella di perdere l’aereo e ho imparato a combatterla facilmente partendo in anticipo, da quando lavoro da libera professionista ho anche imparato a prendermi un giorno prima della partenza per svolgere le attività necessarie con calma. Avviso quindi clienti e amici che per quel giorno non ci sono in modo da non avere troppi impegni da gestire
  • Pensa positivo – la chiave di tutto è smettere di vivere tutto con negatività e cercare di trovare il lato bello in ogni cosa, anche se ci fosse un ritardo siete in vacanza e quindi non avete nulla da perdere
Di