facebooktwitterinstagramtelegram-planepinterest

Gioielli Morellato: l’accessorio perfetto per l’estate è “easy”

Arriva l’estate, ci si abbronza, si sta all’aria aperta, non si deve rinunciare alla moda e a sentirsi sempre attraenti… La temperatura sale e non c’è niente di meglio che un vestito estivo con un gioiello che metta in risalto il tuo carattere e la tua abbronzatura, oppure, per il tuo lui, una collana che ricordi il mare o un orologio colorato ma di design. Vuoi soddisfare un desiderio senza spendere una fortuna?  Puoi puntare su un brand italiano che è sinonimo di gioielli “easy to wear”, ricchi di stile senza essere pretenziosi.

D’estate basta un vestitino leggero per sentirsi una regina: un bracciale luccicante, o un paio di orecchini vezzosi, sono il dettaglio in più che sa rendere il look chic e seducente. Trova il tuo gioiello per l’estate tra i Gioielli Morellato: rincorri la tua ispirazione spaziando tra accessori in acciaio placcato oro, argento, brillanti e pietre naturali. Ogni creazione racchiude dettagli preziosi, mettendo al primo posto l’armonia del design senza cedere all’ostentazione. Per dirla col motto del brand, gli accessori Morellato sono “gioielli da vivere”, che si tratti di orecchini, collane, bracciali o orologi: i prezzi competitivi sono un incentivo in più per fare – o per farsi – uno splendido regalo e vivere con stile la bella stagione.

Continua a leggere

Festa della mamma, Hotel Valentino la fa sentire come una regina

Quest’anno così particolare ci ha fatto comprendere quanta importanza abbiano gli affetti, così per la festa della mamma, festa tra le più importanti dell’anno vi consigliamo una tra le idee regalo last minute più belle e che ricorderete con piacere, ve lo assicuriamo perché conosciamo l’Hotel Valentino di Acqui Terme e la sua gestione. Dell’Hotel Valentino ve ne abbiamo già parlato durante i blogtour effettuati ad Acqui Terme ma torniamo a raccontarvene perché per la festa della mamma hanno scelto opzioni benessere che, ne siamo certe, ogni mamma apprezzerà!hotel valentino acqui terme

Cosa sono e come funzionano le maschere led per il viso

Quando pensiamo al benessere della pelle del viso e alla routine quotidiana in fatto di skincare, la mente corre subito a creme, sieri e massaggi rigeneranti. Oggi però con la tecnologia che fa passi sempre più da gigante in qualsiasi settore, sono costantemente in aumento i prodotti e gli accessori di bellezza ai quali è possibile affidarsi per migliorare il proprio aspetto. Il volto, con la sua espressività che racconta di noi, è un biglietto da visita che siamo chiamati a spendere ogni giorno, sia nel contesto di lavoro che durante i momenti conviviali in famiglia o con gli amici. Ecco perché è così importante recuperare, prendendosi cura della pelle, una dimensione di autostima e fiducia in se stessi.

L’ultima frontiera in fatto di benessere del viso è rappresentata dalle maschere led (dove led sta per light emitting diode), alleate efficaci e apprezzate anche dalle dive dello showbiz – prima tra tutte Victoria Beckham – che le utilizzano per rispondere alle specifiche esigenze della loro pelle. Ma come funzionano queste maschere led? Ciascun tipo di luce colorata che tramite esse viene diffusa consente di effettuare un trattamento professionale diverso, restando comodamente a casa. Grazie ad esse, la pelle si mantiene tonica e giovane: nessuna imperfezione. Le maschere led restituiscono luminosità al viso e vanno ad agire in maniera del tutto mirata su rughe e piccoli inestetismi. Così la skincare diventa hi-tech ma siccome simili accessori non sono tutti uguali, la cosa migliore per fare una scelta perfetta sarà consultare questa guida sulle maschere led per il viso.

Continua a leggere

Cos’è e come si sceglie un abito da cocktail

Sappiamo bene quanto sia importante scegliere sempre gli abiti e gli accessori giusti per prendere parte a qualsiasi tipo di attività o di evento. Nella routine quotidiana, quando cioè siamo immersi tra gli impegni di lavoro e le incombenze di famiglia, ci troviamo a scegliere degli outfit ora formali ora più casual ma sempre e comunque improntati a una certa comodità di fondo.

Nel caso in cui invece si venga invitati a prendere parte a uno specifico evento mondano, come per esempio un cocktail party, le cose cambiano e occorre seguire determinate regole oltre a un rigoroso dress code in modo da essere sempre impeccabili. Il cocktail party è un evento di stampo abbastanza formale che si svolge in orario pomeridiano.

Un trend che è iniziato negli anni Quaranta del secolo scorso, quando le dive del cinema che prendevano parte a simili feste facevano letteralmente a gara per essere le più belle, quelle con l’abito più elegante e in grado di suscitare l’effetto wow. L’abito da cocktail prende il nome da questi esclusivi appuntamenti ed è da sempre identificato come sinonimo di femminilità ed estremo fascino. Tutte caratteristiche che si possono trovare, per esempio, negli abiti di Elisabetta Franchi che non a caso sono tra i più ricercati per ben figurare in simili happening.

abiti da cocktail

Caratteristiche fondamentali: lunghezza e taglio

Oggi la moda ha rilanciato l’abito da cocktail, soprattutto perché gli appuntamenti pomeridiani sono diventati in breve tempo un trend assoluto surclassando di fatto quelli serali. Chiaramente la scelta dell’abito per ciascuna donna dipende principalmente dal tono e dal registro dell’occasione cui si voglia partecipare. Stiamo parlando in ogni caso di una particolare mise che trova sempre più spazio nel guardaroba femminile moderno. Evitare di sentirsi fuori luogo è d’obbligo: vediamo in che modo con questo approfondimento.

Partiamo dal presupposto che l’abito da cocktail è piuttosto semplice, senza dubbio un capo meno elaborato rispetto al vestito da sera classico che è invece perfetto in occasioni puramente formali (matrimoni, eventi teatrali).

Ci sono diverse tipologie di taglio e, ovviamente, di lunghezze quando si tratta di abiti da cocktail. E sono proprio queste ultime a caratterizzare le diverse soluzioni. Si può andare da una lunghezza al ginocchio fino alle caviglie, che restano leggermente scoperte (in questo caso si parla di un abito da tè). Se invece le caviglie dovessero risultare del tutto coperte dalla lunghezza del vestito, allora si parlerebbe di lunghezza ballerina (però siamo già spostati sul concetto di abito da sera).

Colori, stagionalità e scollature: le cose da sapere

L’abito da cocktail consente di prendere parte ai vari happening di tipo semi formale che abbiano luogo nel tardo pomeriggio. Ok quindi a un brunch di lavoro oppure a un matrimonio che ha luogo di mattina ma anche a un pranzo glamour in una location sofisticata. Il cocktail dress è insomma l’ideale per tutte quelle donne che vogliano essere impeccabili ed eleganti, senza risultare eccessivamente formali o ingessate.

È chiaro che un’importanza cruciale nel momento della scelta dell’abito perfetto spetterà al colore. Inutile dire che è il nero il più elegante di tutti: un tubino nero andrà bene in ogni caso, visto che – pur nella sua estrema semplicità – è in grado di sprigionare un’aura sia di femminilità che di raffinatezza. Oltre al nero, comunque, ci sono molti altri colori che sono adatti a un abito da cocktail. Il riferimento è in primis al giallo e al verde, fino ad arrivare ai toni del blu e del rosso. Naturalmente bisogna fare mente locale sul fatto che, in quanto a colori, si dovrà tenere presente la particolare stagione in cui l’evento si svolge (senza contare le personali tendenze in fatto di stile).

Oltre al colore è poi molto importante anche il tessuto con cui l’abito è realizzato. Si potrà optare tranquillamente per il pizzo, la seta e lo chiffon mentre sarà bene evitare un tessuto come il broccato perché considerato troppo formale e rigido. Linee pulite e tagli lineari consentiranno una maggiore libertà di movimento, mentre per quanto riguarda un altro dettaglio importante come la scollatura bisogna fare attenzione a che non sia troppo profonda (sì allo scollo pari oppure a barchetta e sì anche ai coprispalle). Trucco, capelli, scarpe e pochette faranno il resto e dovranno essere mixati a seconda del tipo di happening e dello stile prediletto.

Face care e rimedi antiage: quali cosmetici utilizzare

L’invecchiamento della pelle è una condizione inevitabile con la quale, tutti prima o poi dovremo fare i conti. Con il passare del tempo e dell’età le quantità di collagene e acido ialuronico che la nostra pelle produce in modo naturale, sono sempre meno quindi l’epidermide tende a perdere di elasticità e a far comparire i primi segni dell’età.

Si tratta di un procedimento naturale, che non possiamo fermare, ma sicuramente possiamo correggere e migliorare tramite l’utilizzo dei giusti cosmetici, i quali, se utilizzati nel modo corretto, saranno in grado di donare una nuova lucentezza e giovinezza al vostro viso.

Ovviamente non c’è una ricetta miracolosa per la giovinezza eterna, né, tanto meno, un prodotto universale per ogni tipo di pelle. Ogni viso ha bisogno di elementi nutritivi diversi e di conseguenza di prodotti differenti, per ottenere il massimo dei risultati.

Generalmente i prodotti antiage possono essere di diverse tipologie e possiamo categorizzarli facendo una distinzione tra creme e sieri.

Continua a leggere